FSI - Federazione Scacchistica Italiana FID - Federazione Italiana Dama FIGG - Federazione Italiana Gioco Go FNGO - Federazione Italiana Gioco Othello UISP Scacchi CSEN - Centro Sportivo Educativo Nazionale CSAIn - Centri Sportivi Aziendali Industriali
Data e ora:

GIORNATA [1] - 23/02/2020
 
Serie Promozione Lazio 3 - Turno 1
Quattro Torri-G. Castello Ostia Pomezia - Circolo Mario Albano C 3.5 - 0.5
1. [B] Primiterra Giancarlo - [N] Del Nonno Maurizio 1-0
2. [N] Battistelli Alessandro - [B] Maffeo Roberto 1/2
3. [B] Sarno Valerio - [N] Ferri Roberto 1-0
4. [N] Verkhovski Mikhail - [B] Scafe' Stefano 1-0

Serie Promozione Lazio 5 - Turno 1
Quattro Torri-G. Castello Scuola di Scacchi Roma EUR - centocelle1 4.0 - 0.0
1. [B] Saccinto Eraldo - [N] Tomassi Emidio 1-0
2. [N] De Lisa Carmine - [B] Vargiu Antonio 1-0
3. [B] Pierini Edoardo - [N] Branco Edoardo 1-0
4. [N] Giannandrea Fabio - forfeit 1-0  

Serie Promozione Lazio 6 - Turno 1
Quattro Torri-G. Castello Aprilia Anzio Nettuno - Quattro Torri-G. Castello Circolo Paul Morphy Colleferro 2.5 - 1.5
1. [B] Serpillo Mario - [N] Giusepponi Ferruccio 1/2
2. [N] Palladini Maurizio - [B] Brugnetti Mirko 1-0
3. forfeit - [N] Martino Maurizio 0-1 
4. [N] Caccese Stefano - [B] Bruni Giovanni 1-0

Quattro Torri-G. Castello Castelli Romani - CASC-BI verde 2.0 - 2.0
1. [B] Marcon Marco - [N] Convertito Vincenzo 1/2
2. [N] Albanese Diego - [B] Iorfida Dario 1/2
3. [B] Tatananni Giacomo - [N] Romani Claudio 1-0
4. [N] Cresta Federico - [B] Giusepponi Stefano 0-1

Serie Promozione Lazio 7 - Turno 1
Quattro Torri-G. Castello Erre J Effe Cassino - Accademia Scacchistica Ciociara 3 3.0 - 1.0
1. [B] Marino Fabio - [N] Megale Massimo 1/2
2. [N] Sollima Sergio - [B] Procacci Domenico 1-0
3. [B] Gambelli Alessandro - [N] Vecchio Massimo 1-0
4. [N] Marandola Sergio - [B] Carobolo Domenico 1/2

(Articolo dal sito UnoScacchista, disponibile al seguente link:
https://unoscacchista.com/2020/01/23/litalia-campione-deuropa-per-corrispondenza-ricevuta-da-papa-francesco/)

Nota: i giocatori Salvatore Tramacere e Matteo Troia, citati nell'articolo, sono soci dell'Associazione Quattro Torri. Anche Elio Troia, padre di Matteo, è stato socio e amico di Quattro Torri.

Il Sommo Pontefice ha ricevuto in Vaticano, il 27 novembre scorso, la squadra nazionale italiana di scacchi per corrispondenza vincitrice, nel marzo scorso, della Coppa Europa per nazioni. Questa particolare attenzione della Santa Sede, ha rappresentato un prestigioso riconoscimento verso tutto il movimento scacchistico italiano.

I giocatori dell’Associazione Scacchistica Italiana Giocatori per Corrispondenza (A.S.I.G.C.) ricevuti dal Santo Padre sono stati Maurizio Sampieri di Casole d’Elsa (Siena), Matteo Troia di Aprilia (Latina), Claudio Cesetti di Campoleone e Paolo Salati di Parma. Matteo Troia rappresentava suo padre, Elio, deceduto nel corso del Campionato. Assente per malattia Mario Cortigiani di Alessandria e, per impegni improrogabili, Salvatore Tramacere di Aprilia (Latina).

Hanno fatto parte della delegazione italiana, composta da 14 persone, oltre ai quattro giocatori e relativi accompagnatori, Gianni Mastrojeni, Presidente dell’A.S.I.G.C., Don Gaetano, già Campione del mondo del Clero e “Mimmi” Favero nella veste di fotografo ufficiale della rappresentanza.

Ferruccio: forse la persona più bella che abbia mai conosciuto. Amico limpido e implume, di un’onestà e un disinteresse assoluti e al tempo stesso formica splendida, capace di donare se stessa a tante meravigliose cicale incontrate per strada. Affratellandole. Facendole giocare insieme. Si è ‘messo in gioco’ per una vita con molti grandi compagni di viaggio, fra i quali Sebastiano Izzo, Ascenzo Lombardi, Antonio Rosino, Filippo Maresca, Giovanni Ongarelli, Yuri Garrett, Mario Albano, Andrea Raiano, Renato Stefanelli, Attilio Muratori, Stelio Betti, Sonia Ferrini, Dario De Toffoli, Ennio Peres e i Presidenti FSI Sergio Mariotti e Alvise Zichichi.

Per un mondo bello, colorato e giusto, in cui la diversità fosse un bene comune.

Mettendo in comune ogni ricchezza, ogni strumento di cui si veniva in possesso.

Ponendo il “Re dei Giochi” al servizio di vere e proprie arti ludiche ingiustamente misconosciute nel nostro Paese, ma non meno regali: Dama, Go, Othello, Backgammon, Mah-Jong. Mettendolo in piazza; rendendolo mezzo e non fine; educazione e rieducazione; “Cultura” e “Sport”; “Popolare” e “Per tutti”.

Navigando sul nostro sito accetti la privacy policy. Il sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per la migliore navigazione degli utenti.